Colors of Italy, l’Italia che vedranno

Mostrare l’Italia a chi non l’ha mai vista, rendendola iconica (perchè questo è quello che ti si chiede) ma non semplicistica è una missione davvero impossibile. Troppe cose da vedere, da mangiare, arte, cultura, design, il nuovo nuovissimo e il vero antico…

Quando gli amici di Via Kuwait ci hanno chiamato per realizzare questo progetto in Kuwait sotto il patrocinio del National Council for Culture, Arts and Letter (il loro Ministero della Cultura), abbiamo subito declinato l’ipotesi di fare una “personale”… abbiamo preferito dividere questo onore (od onere?) con amici di scatto vecchi e nuovi. Non una semplice mostra fotografica, quindi, ma una “collettiva” che potesse offrire più sfaccettature del nostro caleidoscopico paese catturate attraverso più obbiettivi.

Colors of Italy” nasce così, ed è un sogno che si è realizzato!

Locandina Mostra Colors Of ItalyAbbiamo avuto la fortuna di raccogliere, rigorosamente in ordine alfabetico, la visione quasi metafisica di Paolo Albertini in contrapposizione con le foto semplici di Annarita e Piero (che siamo noi).
Il mondo enogastronomico di nicchia di Luca Corsetti e quello giocoso di Valentina Gallimberti Ballarin.
Il designer dell’acciaio della LF Italy accostato alle semplici emozioni di Laura Mastrantonio ed ai cieli rossi sopra il Colosseo di Andriy Monastyrskyy.
Maurizio Pagnottelli e Maurizio Valoppi, con le loro visioni oniriche di un Italia che, se non ci vieni non puoi capire… e, in ultimo, il grande maestro Franco Olivetti, che con le sue visioni magiche della quotidianità Italiana ha portato lustro a questa esposizione.

Anche se Franco ci ha lasciato durante le prime fasi dell’organizzazione di lui ci resta una grande eredità di amore, di forza e di voglia di fare bella fotografia. Noi ringraziamo il suo amore terreno Tiziana Cosso che ci ha permesso di proseguire l’organizzazione della mostra appoggiandoci e sostenendoci.

Abbiamo amato ogni foto che ci è stata “affidata”, le abbiamo stampate (nel nostro studio e quasi tutte la notte) abbiamo rincorso cartucce d’inchiostro che non si trovavano (ma perchè il light light black, perchè) cercato la carta che rendesse meglio. 71 foto, 71 pannelli da posizionare, la dogana, le belle arti… e adesso ci siamo.

Le foto sono in viaggio, noi stiamo per raggiungerle, e per noi intendo tutti quelli che questa mostra la hanno voluta, ci hanno lavorato, dato consigli, supportato, affidato le loro opere per lavorarle.

Grazie a tutti!

Annarita e Piero
I Fotografi Ambulanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *