L’Insostenibile leggerezza dello sfiorire.

“L’Insostenibile Leggerezza dello Sfiorire” è una mostra fotografica sulla forza e sulla bellezza oggettiva delle donne e questa, a Cuneo, sarà la sua anteprima!

locandina_mostra_fotografica

” Ora che ho cinquant’anni
e il mio viso trattiene
i segni del tempo
non ho voglia di guardarmi indietro.
Respiro forte,
strappando attimi
di piacere alla vita.”
Alessandra Lai

E’ un progetto che io e Piero abbiamo pensato, sognato, desiderato per oltre 4 anni.

Poi Eugenio Bernardi, amico ma anche consulente di comunicazione, ci ha spinto, convinto e ha dato il via a questa avventura.

E così, insieme al fotografo Luca Corsetti, che abbiamo trascinato in questo vortice, a momenti anche un po isterico, abbiamo iniziato a scattare, a cercare le modelle che volessero “metterci la faccia”, a cercare dove fotografare, quando fotografare, come fotografare.

Strada facendo si sono uniti a noi Lorenzo Ammanniti, uno splendido “artigiano” dell’acciaio (ma per me un artista) che ha inventato e realizzato delle strutture per contenere le nostre immagini e la stilista Antonella Rossi, che oltre a prestare il suo volto per questo progetto ha messo a disposizione le sue creazioni per vestire di bellezza la bellezza delle donne.

Siamo un gruppo di professionisti, ma prima ancora di amici, crediamo nella bellezza delle donne, sempre, anche quando passano gli anni, e vogliamo raccontarla.

Ogni foto è la realizzazione di un sogno.

E questo sogno abbiamo deciso di presentarlo in anteprima nella città di Cuneo, a cui siamo profondamente legati, durante i festeggiamenti per l’Illuminata 2016.

Armando Erbì e Paolo Rosa per la Conitours e l’Associazione MangiArti, Federico Borgna, sindaco del Comune di Cuneo con l’Assessore Franca Giordano, Ilaria Longhi dell’Associazione Illuminata ci hanno aiutato e loro dobbiamo i nostri ringraziamenti.

La mostra definitiva si compone di 20 coppie, per un totale di 40 foto.
In ogni coppia un fiore, sfiorito, dalla sua bellezza chiama la bellezza di una donna.
La scelta del colore per le foto dei fiori e del B&N per quelle delle donne non è solo questione di stile ma un gioco mentale per condurre chi guarda ad abbandonare “l’oggetto” per vedere “l’immagine” e cogliere la bellezza oggettiva.
Togliendo il colore alle donne ritratte ognuno sarà libero di immaginare le storie dietro i volti.

A Cuneo presenteremo 5 coppie, sperando di ingolosirvi, incuriosirvi, e farvi vedere come la “leggerezza” può svuotare la parola “sfiorire” dalla sua accezione negativa.

Dopo aver guardato le nostre foto e ascoltato le storie delle loro protagoniste vorremmo vedervi sorridere al passare del tempo .
Se vorrete passeggiare per i luoghi fotografati vi basterà pensare al Roseto comunale di Roma, al Mò Mò Republic, l’Antico Casale San Paolo, l’Agriturismo Poggio al Sole.
La mostra sarà presto inaugurata. Stai tuned…

(Un nostro ringraziamento anche a Veronica Crisafulli, che funge da interprete fra i miei pensieri confusi e il resto del mondo, e a Sara Campili, la nostra Make-up Artist, che in punta di piedi ha facilitato il nostro lavoro, capito indicazioni fumose e reso felice qualunque donna abbia truccato! Grazie a voi per averci sopportato!!!)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *