Scopriamo il Tartufo Bianco di Savigno

Ringraziando l’Associazione Casa Rangoni e la Proloco di Savigno che ci hanno voluti con loro in una nuova avventura, siamo di nuovo in partenza.Savigno_TruffleNomen Omen, siamo o non siamo “I Fotografi Ambulanti”?

Questa volta andiamo alla scoperta del Tartufo Bianco Pregiato di Savigno.

Per tre fine settimana, dal 31 ottobre al 1 novembre, il 7 e l’8 novembre,  il 14 e il 15 novembre, questa piccola città si animerà di numerose offerte gastronomiche e culturali, ideate e promosse dalla ProLoco e dalle Associazioni locali (una per tutte l’Associazione Tartufai della Val Samoggia), la Ascom e i partners commerciali e con il patrocinio del Comune di Valsamoggia.

Ci saranno da gustare menù a base di Tartufo, a partire da quello ideato dello Chef stellato Igles Corelli, passando per quello dello Chef Marcello Leoni (eccellenza del territorio) e di Simone Finetti (concorrente MasterChef Italia), fino a quelli di tutti i ristoratori locali e ai punti di street food con le specialità tradizionali.

Ci saranno arte e cultura, perchè Savigno ricorderà, con una grande mostra, Gino Pellegrini, artista e scenografo scomparso recentemente, che ha collaborato con grandi registi italiani e di Hollywood ma che era molto legato al territorio, tanto da donare alcune opere alla cittadinanza.

Ci saranno i mercati, il Mercato del Vecchio e dell’Antico, Riuso, Arte e Ingegno e il Mercato delle Cose Buone.

Ci sarà la beneficenza, con la cena al tartufo di sabato 7 novembre dello Chef Igles Corelli che vedrà la partecipazione degli umoristi ZAP&IDA, il cui ricavato sarà devoluto alla Fondazione Ricerca Fibrosi Cistica FFC.

Ci sarà l’umorismo con ZAP&IDA che disegneranno vignette e calembour… al tartufo.

Con l’Associazione Tartufai ci saranno le visite alla tartufaia, l’iniziativa  “Anche il mio cane va a tartufo” (così si divertiranno anche i nostri cani) e la Gara Nazionale di Ricerca per cani da tartufo.

Ma sopra tutto, lui, il Tartufo Bianco Pregiato e la sua mostra mercato.

Per il calendario completo vi rimandiamo al sito “tartufosavigno.com“, per le foto seguiteci, con un attimo di pazienza, e vedrete quello che vedremo noi… per tutto il resto dovete venire a Savigno!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *